Tu sei qui

Giant Rooks – Dal nuovo singolo "100 mg" al ritorno in Italia all'Ypsigrock

"In futuro vogliamo mantenere il coraggio di cambiare il nostro sound quando ne sentiremo il bisogno": parola del cantante e polistrumentista Frederik Rabe
di Leonardo Follieri
21 Giugno 2019
(Foto di Nils Lucas)
 
“Berlino è una città molto internazionale e ci sono molti artisti e musicisti che vivono qui. Ci piace la possibilità di interagire con tutte queste persone e poi Berlino è una città talmente vivace, che va sempre bene quando si tratta di scrivere”. Sono parole del cantante e polistrumentista Frederik Rabe. Sono parole che si riferiscono ai Giant Rooks, band di origine tedesca formata da ragazzi ventenni (poco più o poco meno) che il 24 e il 25 maggio scorsi ha tenuto i suoi primi due concerti in Italia rispettivamente a Le Mura di Roma e all’Ohibò di Milano.
 
L’ultima pubblicazione in ordine di tempo è l’ep Wild Stare, uscito lo scorso aprile e che prende il titolo dal brano che dà il titolo al loro singolo di successo. Wild Stare è stato anche uno dei tanti pezzi cantati dal pubblico italiano o almeno da quello di Milano, stando a quanto potuto constatare direttamente circa un mese fa. “A essere onesti non ce lo aspettavamo a Milano, perché era la prima volta che suonavamo qui ed è stato travolgente! Grazie! Non vediamo l'ora di tornare” afferma ancora il frontman del gruppo, colui che riesce con la sua voce calda e graffiante a trascinare il pubblico e che è seguito da una band che già da un po’ di anni calca i palcoscenici di tutta Europa, aprendo peraltro date di Kraftklub, Mighty Oaks e Temper Trap ed esibendosi in importanti festival tedeschi e internazionali come The Great Escape, Lollapalooza e Rock am Ring.
I Giant Rooks hanno all’attivo tre ep, il primo dei quali autoprodotto nel 2015, e ancora non hanno mai pubblicato un album: “Abbiamo fatto più di 400 show negli ultimi tre anni e abbiamo davvero affinato il nostro stile in questo periodo. In ogni caso vogliamo assolutamente fare un album vero e proprio in futuro, ma ci prendiamo il tempo necessario”. Il gruppo è attualmente impegnato in altri live e sta scrivendo altri brani, alcuni dei quali proposti anche dal vivo, come succedeva prima di inserire nell’ep il nuovo singolo pubblicato lo scorso 4 giugno, 100 mg, e come spiega Frederik Rabe: “Il testo è piuttosto cupo e parla di depressione, mentre la musica è più ritmata. Abbiamo scritto il brano nel 2019 e l'abbiamo suonato dal vivo molte volte prima di registrarlo. È davvero emozionante vedere che ora è il nostro nuovo singolo! 100 mg è un pezzo molto importante per la nostra band”.
 
Difficile definire il loro genere. A un primo approccio si parla di pop e di rock e di un’elettronica molto curata con dinamiche e melodie interessanti: “Amiamo combinare diversi stili musicali e cerchiamo sempre di non fermarci ai confini di genere. In futuro vogliamo mantenere il coraggio di cambiare il nostro sound quando ne sentiremo il bisogno”. Se lo spirito rimane lo stesso di questi primi anni e dei tanti live in giro per l’Europa, si attendono novità e intanto si attendono gli stessi Giant Rooks nuovamente in Italia il prossimo 10 agosto all’Ypsigrock, il celebre Festival di Castelbuono (Palermo).