Gimme Some Lovin' - Il giovanissimo Steve Winwood scrive una hit per lo Spencer Davis Group

La storia di "Gimme Some Lovin'", grande successo dello Spencer Davis Group, scritto dall'allora diciassettenne Steve Winwood
Giovedì, 19 Novembre, 2020
 
Estate del 1966: nei camerini del Marquee Club di Oxford Street c’è un quartetto che sta facendo fatica a farsi strada nell'affollato panorama musicale della Swinging London. Basato sulla straordinaria perizia dei due fratelli Winwood la band ha preso il nome dal chitarrista, Spencer Davis, perché era l’unico cui piaceva fare le interviste. Dopo vari tentativi con cover di ogni tipo, il loro produttore (il leggendario Chris Blackwell) li ha obbligati a scrivere un brano originale. "Vi chiudo in camerino sino a che non ve ne uscite con una canzone di successo", impone loro.
Detto, fatto. In meno di un'ora Steve Winwood, allora diciassettenne, che continuava a canticchiare "Gimme Gimme Some Lovin'" si siede all'organo Hammond e costruisce una canzone che inizia con un giro di basso del fratello Muff. Dopo quel momento, i quattro ragazzi vanno a bersi qualcosa nel pub accanto al locale. Tornato al Marquee, Blackwell non trova la band e, quando li scopre al bar, si infuria. "Vi avevo detto di uscire solo quando avevate una hit".
"E infatti l’abbiamo", gli risponde Winwood, "vuoi sentirla?".
Blackwell è stupefatto: il 28 ottobre 1966 Gimme Some Lovin' dello Spencer Davis Group esce nei negozi di dischi, d'Inghilterra prima e del mondo poi, entrando direttamente nella storia del rock. Tanto che, ancora oggi, con o senza i Traffic, Steve Winwood propone sempre il brano nei suoi concerti.
 

Jam Balaya

Eye-D, un libro di Anna Gabriel con gli occhi delle star (compresi quelli del famoso padre Peter)
Presentazione alla Santeria Toscana di Milano di "Eye-D", libro fotografico di Anna Gabriel che ha per protagonisti gli sguardi di famose star, compreso quello di suo padre Peter Gabriel, sp
Three Little Birds - Bob Marley dedica un brano a tre canarini... o alle sue tre coriste?
Bob Marley era un osservatore attento a tutto ciò che lo circondava, in particolare alla natura, ed era rimasto talmente colpito da tre canarini che...
Intervista a Little Steven (Parte 3): Memoir - La mia odissea, fra rock e passioni non corrisposte
Terza ed ultima parte dell'intervista a Little Steven dedicata alla sua autobiografia: gli incontri con Muhammad Ali e Nelson Mandela, il momento in cui ha scoperto di essere (anche) un attore e
Intervista a Little Steven (Parte 2): Memoir - La mia odissea, fra rock e passioni non corrisposte
Seconda parte dell'intervista a Little Steven in cui ci parla della sua autobiografia.
Intervista a Little Steven (Parte 1): Memoir - La mia odissea, fra rock e passioni non corrisposte
Prima parte dell'intervista a Little Steven: il chitarrista della E Street Band di Bruce Springsteen ha da poco pubblicato la sua autobiografia "Memoir - La mia odissea, fra rock e passioni
Crocodile Rock - Un rock 'n' roll di successo per Elton John
Ispirato dalle sue passioni musicali adolescenziali e dall’ascolto del brano "Eagle Rock" della band australiana Daddy Cool, Elton John scrive "Crocodile Rock"
A Horse With No Name - La fuga dalla vita confusa delle metropoli (o qualcos'altro?) per gli America
Inghilterra - Primavera 1971: negli studi di Arthur Brown, nel Dorset, incantato da un quadro di Salvador Dalì, Dewey Bunnell inizia a scrivere un brano che ambienta in un deserto nel sud ovest degli
I Love My Dog - La storia del primo singolo di Cat Stevens
"Tu un giorno forse te ne andrai ma il mio cane resterà sempre con me" canta Cat Stevens in "I Love My Dog"
Chicago - "We Can Change The World" canta Graham Nash
La Convention del Partito Democratico e un'altra originalissima "convention" in contemporanea all'esterno ispirano Graham Nash
Vincent - Don McLean, la sua grande ammirazione per Van Gogh... e Tupac Shakur
Terminata la lettura di una biografia su Van Gogh, Don McLean ha una sola idea in testa: scrivere una canzone dedicata al grande pittore.
Samba Pa Ti - Uno strano personaggio a New York ispira il famoso strumentale di chitarra di Santana
Santana nella primavera del 1970 è in un albergo di New York e, dopo essersi affacciato alla finestra della sua camera, vede uno strano personaggio che cattura la sua attenzione...
Welcome To The Jungle - Primo singolo dell'album di debutto dei Guns N' Roses
Axl Rose vive nel sottoscala dell’appartamento della mamma del suo chitarrista Slash e un giorno sente quest’ultimo suonare un formidabile riff di chitarra... "benvenuti nella giungla"

Pagine