Tu sei qui

Johnny Cash

Out Among The Stars
Legacy Recordings
"Out Among The Stars", il disco ritrovato (e mai pubblicato) di Man In Black
Di Leonardo Follieri
14 Aprile 2014
Un disco che non era mai stato pubblicato e soprattutto un disco ritrovato. Sono dodici le tracce riscoperte da John Carter Cash – unico figlio nato dal matrimonio tra Johnny Cash e June Carter Cash – mentre stava catalogando il materiale di famiglia negli archivi della Sony Music a Hendersonville, Tennessee.
 
Venuto alla luce soltanto adesso, Out Among The Stars è stato registrato tra il 1981 e il 1984. Marty Stuart (chitarra e mandolino), Jerry Kennedy (chitarra), Pete Drake (steel guitar), Hargus "Pig" Robbins (piano) e Henry Strzelecki (basso) sono i musicisti che hanno partecipato alla realizzazione dell'album prodotto da Billy Sherill, il fautore del suono cosiddetto countrypolitan.
 
La voce di Man In Black appare calda e nitida rispetto a quella "vissuta" delle American Recordings. E comunque, al di là di tutto, Johnny Cash in questa fase non era quello divenuto definitivamente un monumento dagli anni '90 in poi, proprio grazie agli album registrati con l'ausilio di Rick Rubin. L'artista stava attraversando un momento in cui non era più un punto di riferimento per i "nuovi" di quel periodo, né tantomeno "si pensava potesse ancora dire la sua".
 
Ma ascoltando l'album le sensazioni appaiono differenti. Se infatti il country apre il disco con la title-track e trova conferma in Tennessee, una ballad come After All cambia gli schemi. She Used To Love Me A Lot (già conosciuta nella versione del suo autore David Allan Coe e qui presente anche in una versione remix di Elvis Costello) lascia intravedere invece il Johnny Cash della "cura Rick Rubin". All'interno del disco, poi, trovano spazio anche due duetti con la moglie June Carter Cash, Baby Ride Easy e Don’t You Think It's Come Our Time, e uno con Waylon Jennings, I'm Movin' On.
Il suono è stato curato grazie anche al lavoro in post produzione di Buddy Miller, Jerry Douglas, Sam Bush, Carlene Carter e di chi come Marty Stuart aveva già preso parte alle registrazioni originali.
 
Out Among The Stars non è semplicemente un disco ritrovato, ma è prima di tutto un disco vero e proprio e non la solita raccolta postuma e zeppa di rarità (spesso inserite senza un preciso criterio di selezione). E sebbene all'epoca il disco non sia stato pubblicato, adesso ci ritroviamo ad ascoltarlo e a riascoltarlo, riscontrandone il buon valore artistico e intuendone (necessariamente col senno di poi) i successivi sviluppi.