Vinicio Capossela

Ginnastica rebetika

Image: 

Tocca a te» le disse il mangas.
«Da sola? Non posso!».
«Avanti!».
Marìka spalancò gli occhi davanti a sé. Rivide suo padre, mentre la batteva cattivo con la cinghia dei pantaloni. Rivide sua madre, picchiata selvaggiamente, che cadeva a terra ed esalava l’ultimo respiro. La musica era solenne. Il ritmo ossessivo. E lei cominciò a cantare.

Pagine

Subscribe to Vinicio Capossela