Stefan Gates

Led Zeppelin, “Houses Of The Holy”

Quando nel marzo del 1973 esce Houses Of The Holy (Atlantic), quinto lavoro in studio dei Led Zeppelin, è chiaro che la band sta ulteriormente cercando di ampliare il proprio orizzonte musicale. Le intricate trame chitarristiche di The Song Remains The Same, le venature prog di No Quarter, la splendida The Rain Song, sono tutte prove fisiologiche del nuovo corso, dove l’hard blues psichedelico degli esordi fa posto a sonorità più ricercate e in linea con il periodo.

Subscribe to Stefan Gates