Jason Everman

Vittima del rock, eroe di guerra

Che poi il rock è una delle cose che succedono, nella vita. E come arrivano, poi vanno. Oggi suoni in una band destinata al successo, domani fai tutt'altro. Ad esempio il soldato. È il caso di Jason Everman, che alla fine degli anni '80 è transitato brevemente nei Nirvana e nei Soundgarden. Il suo nome appare nelle note di copertina di Bleach, anche se non suonò una nota: fu un modo per ringraziarlo per avere finanziato le session. I famosi 606 dollari pagati a Jack Endino provenivano da un gruzzoletto messo da parte grazie al lavoro di pescatore.

Subscribe to Jason Everman