Tu sei qui

Kasabian

For Crying Out Loud
Columbia Records
Il sesto album della band è una raccolta di inni gioiosi e spensierati, pronti per i festival estivi britannici
di Francesco Taranto
30 Maggio 2017
L’obiettivo dichiarato da Serge Pizzorno per il sesto album dei Kasabian era quello di scrivere un album di brani melodici, allegri e dominati dalle chitarre, rispetto alla svolta elettronica di 48:13, uscito tre anni fa.
 
Nelle 12 canzoni di For Crying Out Loud i Kasabian riescono senz’altro nell’intento, tranne quello di rinunciare all’elettronica, che è ancora decisamente dominante a partire dal quasi rap-rock del primo brano (III Ray The King) e di Twentyfourseven, oppure negli otto minuti di Are You Looking For Some Action?.
Le chitarre, come promesso, tornano ad essere lo strumento principale in alcune canzoni, seppur in forma soprattutto acustica: la ballata dolce All Through The Night, la perfezione pop di Wasted, i ritmi reggae di Sixteen Blocks, l’arpeggiata The Party Never Ends e la beatlesiana Put Your Life On It dedicata alla moglie di Pizzorno.
Al suo meglio, l’album contiene delle incursioni nel glam rock (Bless This Acid House e Good Fight), un nuovo inno britpop (Comeback Kid) e l’ottimo electro-rock del primo singolo You’re In Love With A Psycho.
Il disco conferma la straordinaria capacità di Pizzorno, che scrive inni pronti per essere cantati a squarciagola nei vari festival estivi britannici, e quella di Tom Meighan, che canta con lo stile tipico di tanti frontman inglesi (da Ian Brown a Liam Gallagher fino ad Alex Turner e Miles Kane).
 
For Crying Out Loud rappresenta inoltre al meglio, in forma musicale, il 2016 ricco di grandi eventi positivi che l’autore ha vissuto, tra il suo matrimonio e la vittoria del Leicester in Premier League. Un disco raggiante, gioioso e spensierato, perfetto per il periodo estivo.