Tu sei qui

Guy Davis & Fabrizio Poggi

Sonny & Brownie's Last Train
M.C. Records
Sulle tracce di Sonny Terry e Brownie McGhee (anche se il titolo dell'album non deve ingannare)
di Roberto Caselli
16 Ottobre 2017
È ormai da tempo che Guy Davis e Fabrizio Poggi suonano insieme. Decine e decine di concerti li hanno affiatati e promossi come una coppia in grado di interpretare qualsiasi repertorio tradizionale. I sodalizi blues con chitarra e armonica si sono rincorsi numerosi nel tempo, ma quello che ancora oggi s’impone per eccellenza nella memoria di chi ama questa musica è quello formato da Sonny Terry e Brownie McGhee, duo immarcescibile che ha suonato insieme per un arco di trent’anni. Logico dunque che il repertorio di questi artisti del blues faccia gola a chiunque si ritrovi a esibirsi con gli stessi strumenti.
 
Fabrizio Poggi, non è una novità, è da sempre un fan di Sonny Terry e nel corso della sua carriera non ha certo lesinato di riprendere i suoi vecchi pezzi. Ora, in coppia con Guy Davis non poteva davvero lasciarsi sfuggire l’occasione di andare ancora più a fondo, e così il passaggio dalla proposta alla sala d’incisione è stato breve ed è nato questo Sonny & Brownie’s Last Train, registrato dal vivo in studio.
Il titolo non deve però ingannare perché dei dodici pezzi presenti nell’album solo alcuni portano la firma del celebre duo, gli altri ne aleggiano semplicemente l’esecuzione e l’ambiente in cui hanno spesso suonato, specie negli ultimi anni della loro carriera, quello del blues revival, insieme a Leadbelly, Big Bill Broonzy, Robert Pete Williams, Big Joe Williams, Elizabeth Cotten e tanti altri, i cui fantasmi incombono proprio sui restanti brani.
Il disco si apre con la title track, omaggio a Terry e McGhee, e subito se ne coglie lo spirito emulo con le tipiche grida miste al suono sincopato dell’armonica. Di Terry e Mc Ghee si rincorrono poi Hooray, Hooray, These Women Is Killing MeWalk OnEvil Hearted MeMidnight Special e Take This Hammer, anche se questi ultimi fanno parte del bagaglio tradizionale.
 
Molto belle tutte le interpretazioni di Guy e Poggi che sembrano ormai due vecchi partner consumati e riescono addirittura a commuovere in pezzi come Freight Train e Louise, Louise.