Tu sei qui

Oasis: Supersonic

Siamo andati a vedere il docufilm dedicato ai fratelli Gallagher
di Melanie Gemelli
07 Novembre 2016
Raccontare la vita di una band che nel giro di tre anni è divenuta punto di riferimento per una generazione non è un’impresa facile. Ecco perchè Oasis: Supersonic non è il classico documentario a cui ultimamente siamo abituati.
 
L’idea del film nasce dalla voglia di celebrare la band di Manchester e, con l’avvicinarsi del ventesimo anniversario del doppio concerto a Knebworth, quale occasione migliore? L’impresa non era semplice e così il regista Mat Whitecross, il graphic designer Simon Halfon e tutto il team, hanno dovuto scegliere che taglio dare al documentario dedicato alla band di Noel e Liam Gallagher. Il film racconta i primi tre anni di carriera, dalla data a Glasgow del 1993 in cui sono stati scoperti, passando per i retroscena della produzione di Definitely Maybe del 1994 e (What’s the Story) Morning Glory? del 1995, fino ai due concerti del 10 e 11 agosto 1996 a Knebworth, dove la band ha suonato di fronte a duecentocinquantamila persone, lasciandone in lista d’attesa per i biglietti altre due milioni, il numero più alto nella storia dei concerti britannici fino ad allora.
Centoventi minuti in cui il racconto di questi tre anni è restituito dai voice over di tutti i membri della band, dei collaboratori, della madre Peggy e del terzo fratello Gallagher, Paul, il tutto con filmati di repertorio, recuperati non solo da amici e parenti ma anche dai fan, che mostrano il gruppo in tutta la sua spavalderia. Oasis: Supersonic è la storia di due fratelli, della loro band e dei tre anni in cui sono diventati il più grande fenomeno musicale dell’epoca. Il film parla di relazioni, di fratelli, di famiglia e di musica. Oggi gli Oasis non esistono più e i due fratelli Gallagher non si sono mai riappacificati, ma Knebworth può ancora essere considerato “il più grande raduno musicale prima dell’era di internet”.
 
Oasis: Supersonic sarà al cinema solo per tre giorni, dal 7 al 9 novembre.
Prenotate il vostro biglietto.