Mick Jagger

Il frontman dei Rolling Stones presenta il suo nuovo progetto audio-visuale: due nuovi brani tra rock e politica
di redazione
28 Luglio 2017
Mick Jagger, 74 anni appena compiuti, risponde a quella che lui chiama "l’epoca di confusione e frustrazione che stiamo vivendo” con due nuovi brani inediti, Gotta Get A GripEngland Lost. Mick ha dichiarato che le due tracce sono il risultato “dell’ansia e la consapevolezza di non conoscere il cambiamento politico in atto”. Jagger esprime un pungente commento personale che va a toccare tutto, da aggressivi cicli di notizie, alle persone che detengono il potere, il tutto accompagnato da chitarre roboanti e ritmiche enfatiche.
 
In England Lost Jagger parte da una partita di calcio alla quale ha presenziato, usandola come analogia di un paese che si trova a un bivio politico: "Parla della consapevolezza di vivere un momento molto difficile della nostra storia. Parla della consapevolezza di non sapere dove ci troviamo e della sensazione di insicurezza; mi sentivo nella medesima maniera mentre scrivevo il testo della canzone. Ovviamente le parole sono scandite da una grande quantità di umorismo perché non amo nulla di troppo eccessivo, tuttavia non manca il senso di vulnerabilità caratteristico della nostra situazione come nazione.”
 
In Gotta Get A Grip restiamo accanto a Mick mentre mastica e sputa fuori nella sua maniera ribelle i problemi derivanti dalla guerra e dagli scandali politici. Questo brano fa da colonna sonora ad un momento storico che solo Jagger sa esprimere in modo distruttivo e provocatorio con un sound elettrico.
“Il messaggio cruciale del brano – racconta Jagger - penso sia che nonostante tutto quello che sta succedendo devi prendere in mano la tua vita, essere te stesso e cercare di creare il tuo destino.”
 
Un Mick Jagger inaspettato, dunque, senza i suoi Rolling Stones - con i quali tuttavia sta lavorando ad un nuovo disco di inediti dopo 12 anni -, e che ha dichiarato riguardo ai due singoli: “Ho iniziato a scrivere i due brani ad Aprile e ho voluto che fossero pubblicati subito. Fare un intero album necessita spesso di molto tempo e sono anche lunghe le tempistiche di post produzione in vista delle uscite globali previste dalle case discografiche. È rigenerante esprimersi artisticamente in forme diverse e mi sento di vivere un sottile ritorno al passato, quando potevamo essere più liberi e registrare senza pensieri o strategie. Per la pubblicazione dei due brani non avevo intenzione di aspettare fino all’anno prossimo perché non volevo che perdessero il loro impatto intrinseco e di significato”.
 
I due brani sono già disponibili “Ho iniziato a scrivere i due brani ad Aprile e ho voluto che fossero pubblicati subito. Fare un intero album necessita spesso di molto tempo e sono anche lunghe le tempistiche di post produzione in vista delle uscite globali previste dalle case discografiche. È rigenerante esprimersi artisticamente in forme diverse e mi sento di vivere un sottile ritorno al passato, quando potevamo essere più liberi e registrare senza pensieri o strategie. Per la pubblicazione dei due brani non avevo intenzione di aspettare fino all’anno prossimo perché non volevo che perdessero il loro impatto intrinseco e di significato”.
 
I due brani sono già disponibili in vinile 'doppio lato A' e CD, online insieme ai due video diretti da Saam Farahmand e con gli attori con gli attori Jemima Kirke (Gotta get a grip) e Luke Evans (England Lost).