Tu sei qui

David Bowie VS Trent Reznor

Trent Reznor rende omaggio a David Bowie con "Fashion": il Duca Bianco ha influenzato in maniera decisiva la vita del leader dei Nine Inch Nails e lo ha tanto aiutato a superare alcuni momenti difficili
di Leonardo Follieri
30 Gennaio 2021
 

 

Lo ha scoperto musicalmente con Scary Monsters (And Super Creeps) del 1980 e forse era giusto omaggiarlo con Fashion, brano contenuto proprio in quell’album: Trent Reznor ha voluto ricordare così David Bowie in occasione di A Bowie Celebration: Just For One Day!, concerto tributo trasmesso in streaming lo scorso 10 gennaio e organizzato dallo storico pianista di Bowie, Mike Garson, a cinque anni dalla scomparsa del Duca Bianco.
Per riprendere questa esibizione, è stato pubblicato un videoclip ufficiale a scopo benefico (è infatti prevista la possibilità di effettuare una donazione a Save The Children), dove a interpretare Fashion sono Trent Reznor, sua moglie Mariqueen, Atticus Ross e il gruppo composto da ex musicisti di Bowie formato da Mike Garson al piano, Mark Plati al basso, Carlos Alomar e Gerry Leonard alle chitarre, Sterling Campbell alla batteria e Catherine Russell ai cori. Sebbene molto fedele all’originale, è stata una delle performance più apprezzate dell’intero evento, durante il quale peraltro il frontman dei Nine Inch Nails ha cantato anche Fantastic Voyage.
 
Era il 1980 quando David Bowie pubblicava Scary Monsters (And Super Creeps). L’ultimo brano dell’album ad essere completato fu proprio Fashion, poi divenuto secondo singolo estratto dal lavoro. Bowie era partito da un demo intitolato provvisoriamente Jamaica. Alla chitarra elettrica c’è Robert Fripp dei King Crimson, già al lavoro con Bowie su “Heroes”. Il brano si schiera contro il conformismo e parla di quella sorta di dittatura imposta dalla moda in qualsiasi ambito che rende schiavo chi la segue.
 
Al ragazzo che ero all’epoca, quel freddo alieno toccò un nervo scoperto - ha raccontato Trent Reznor in un’intervista concessa di recente a Consequence Of Sound, proprio riferendosi al periodo in cui ascoltò Scary Monsters di Bowie. - [...] A quel tempo, ai miei occhi era diventato il miglior archetipo di attore che fingeva di essere una rockstar, qualcuno con una voce incredibile che aveva la capacità di reinventarsi in modi che richiedevano un gran coraggio per farlo per poi riuscirci, avere successo e infine buttar tutto alle ortiche per provare qualcosa di nuovo…
Fondamentale è stata dunque l’influenza di un personaggio come David Bowie su Trent Reznor. I due avevano inoltre condiviso tanti momenti insieme, come quello della parte americana dell’Outside Tour tra il 1995 e il 1996, quando i Nine Inch Nails fecero da gruppo di supporto a Bowie e si esibirono anche insieme a lui, o come quello del video di I’m Afraid Of Americans, in cui Bowie, mentre canta il suo brano, viene inseguito per le strade di New York proprio da Trent Reznor. Il leader dei Nine Inch Nails aveva inoltre remixato The Hearts Filthy Lesson e più di recente, nel 2019, ha proposto una sua interpretazione strumentale assieme ad Atticus Ross di Life On Mars? per la serie Watchmen
Dai racconti di Trent Reznor, Bowie lo ha anche aiutato nella sua lotta contro la dipendenza da alcool e droghe, come ha avuto modo di dichiarare più volte, come in un’intervista al Guardian del 2018: "Mi ha sicuramente aiutato. Non in modo letterale, ma ho visto qualcuno che era passato attraverso la dipendenza ed ora era felice e ottimista e non aveva paura. Ho pensato: se lui ce l’ha fatta, forse c’è la luce alla fine del tunnel".
E allora la versione di Fashion di Trent Reznor è un modo per ricordare che per lui tutto è cominciato da lì con David Bowie: un artista di cui era semplice fan, del quale è divenuto poi grande amico e che per sempre sarà per lui molto di più.