Little Steven all'Hard Rock Cafe di Firenze - Intervista

Abbiamo incontrato il leggendario amico e chitarrista di Bruce Springsteen. Abbiamo parlato con lui del suo show radiofonico, della reunion e dell'album con i suoi Disciples Of Soul, del suo ruolo ne "I Soprano" e di tanto altro ancora. Ma cosa vuole fare da grande Little Steven?
di Ezio Guaitamacchi
Sabato, 8 Luglio, 2017
 
Lo scorso 3 luglio il leggendario amico e chitarrista di Bruce Springsteen era all'Hard Rock Cafe di Firenze per dar vita anche nel nostro Paese al famoso show radiofonico che conduce dal 2002, Little Steven's Underground Garage.
 
Nella nostra intervista ci ha parlato proprio del suo legame con gli Hard Rock Cafe e poi della reunion con i suoi Disciples Of Soul, con i quali ha pubblicato da poco il nuovo album Soulfire e con cui attualmente sta facendo il suo primo tour europeo da solista dopo tanti tanti anni. Il 4 luglio, peraltro, è stato uno dei protagonisti della 38esima edizione del Pistoia Blues, proprio insieme al suo gruppo.
 
Non potevamo non parlare con lui anche del Jersey Sound. Il nome di Little Steven, infatti, non è associato soltanto al suono del New Jersey. Lui è stato uno degli inventori del Jersey sound, straordinaria e unica miscela di rock, blues e rhythm & blues.
 
E poi il primo incontro con Bruce Springsteen nel 1966, il suo ruolo (ormai cambiato) nella E Street Band e poi la strana nuova avventura di circa vent'anni fa come attore della serie tv I Soprano.
 
Ma cosa vuole fare da grande Little Steven?
 

Jam Balaya

Peter Gabriel e la sua Solsbury Hill
È il 1976, Peter Gabriel ha appena lasciato i Genesis e ha in mente di scrivere qualcosa che descriva il suo stato d'animo...
A Change Is Gonna Come
"Un cambiamento sta per arrivare" canta Sam Cooke.
Under Pressure - Il fortunato incontro tra i Queen e David Bowie
È il 1981 e David Bowie si reca a Montreux in Svizzera ai Mountain Studios per registrare il tema del film “Il bacio della pantera”. In quegli stessi giorni negli studi c’erano anche i Queen...
Angel From Montgomery (in ricordo di John Prine)
Pochi giorni fa il Covid-19 ha fatto una vittima nel mondo della musica: si chiamava John Prine, era un artista magari conosciuto da pochi, ma ammirato da tanti, soprattutto dai suoi colleghi da Bob D
Il sogno americano cantato da Simon & Garfunkel
È il 1965 e Paul Simon sta tornando a New York dopo un periodo trascorso in Inghilterra a seguito dell'album di debutto di Simon & Garfunkel...
On The Road Again
Un vecchio blues di Floyd Jones rivisitato in chiave psichedelica porta i Canned Heat al grande successo (anche sul palco di Woodstock)
Le "lacrime" di Marianne Faithfull
È il 1964 quando Andrew Loog Oldham, il manager dei Rolling Stones, rimane affascinato da una ragazzina bionda che ha conosciuto a una festa...
Sweet Child O' Mine - I Guns N' Roses raggiungono il primo posto delle classifiche americane
Autunno del 1986: in uno stabile di North Hollywood, all’incrocio tra Sunset Boulevard e Gardner Street, i Guns N’ Roses stanno suonando qualcosa all'interno della loro "Hell House"...
Romeo And Juliet - Mark Knopfler "riscrive il finale" di una delle più famose love story di sempre
Estate del 1980: la storia d’amore tra Mark Knopfler e Holly Vincent si è ormai conclusa...
L'inno "paranoico" dei Black Sabbath
Giugno del 1970: negli Island Studios di Notting Hill quattri ragazzi di Birmingham stanno completando il loro secondo album...
Learning To Fly - Non è difficile imparare a volare, la cosa più complicata è ritornare a terra...
Primavera del 1991: è una serata tranquilla per Tom Petty, ma a un certo punto, guardando la tv...
Space Oddity
Il primo brano di successo di David Bowie

Pagine