Eve Of Destruction - La denuncia di Phil Sloan in un brano portato al successo da Barry McGuire

Nella primavera del 1964 Phil Sloan sta scrivendo un nuovo brano politicamente impegnato, "Eve Of Destruction" ("La vigilia della distruzione"), che diventerà famoso nella versione di Barry McGuire
Lunedì, 3 Agosto, 2020
 
È la primavera del 1964: il diciannovenne cantautore Phil Sloan sta scrivendo un nuovo brano politicamente impegnato nella vena di Bob Dylan. Vuole denunciare tutto quello che nella società occidentale, americana in particolare, lo disgusta: razzismo, ipocrisia, ingiustizia. Sono passati pochi mesi dall’omicidio Kennedy e il giovane Sloan ha deciso di mettere in musica i propri sentimenti. E così scrive che si è “grandi per uccidere, ma non per votare” (riferendosi al fatto che i giovani americani in quegli anni votavano solo dopo aver compiuto il 21esimo anno di età mentre a 18 anni potevano partire per il Vietnam). Ma menziona anche il pericolo nucleare, gli scontri razziali, la minaccia del comunismo. A tale proposito, racconta di aver udito, tra sé e sé, una voce che gli suggeriva di riferirsi alla Cina Rossa come il maggior nemico.
Il pezzo, che si intitola Eve Of Destruction ("La vigilia della distruzione"), viene proposto ai Byrds che però lo rifiutano. Lo incidono invece i Turtles, ma senza successo. Nel 1965, il giovane folk-singer Barry McGuire ne fa una versione di enorme successo che porta però con sé moltissime critiche, dai conservatori (che la ritengono sovversiva), ma anche dai liberal progressisti che ne contestano alcune affermazioni. L'autore Phil Sloan affermerà che "Eve of Distruction" è "una canzone d'amore... d'amore per la razza umana".
 

Jam Balaya

Born On The Bayou - Il mito dei Creedence Clearwater Revival non ha bisogno del palco di Woodstock
Agosto del 1969. Sul palco di Woodstock sta per salire la band di El Cerrito, California, che ha stupito il mondo...
Willin' - Lowell George: dai Mothers of Invention di Frank Zappa alla nascita dei suoi Little Feat
"Willin'" è il brano scritto da Lowell George che colpisce Frank Zappa, a tal punto da suggerire al chitarrista e cantante dei suoi Mothers Of Invention di fondare un gruppo tutto suo:
You Oughta Know - La "dedica" di Alanis Morissette a un suo ex fidanzato
1995: Alanis Morissette ha solo 21 anni ma ha le idee chiarissime, anche in tema di relazioni sentimentali...
Paradise City - Riff di Slash e testo (in versione edulcorata) di Axl per i Guns N' Roses
Sul retro di un van mezzo scassato, dopo un concerto a San Francisco, il chitarrista dei Guns N' Roses Slash strimpella su una sei corde acustica il riff che apre un pezzo destinato a diventare u
Give It Away - La storia del famoso brano dei Red Hot Chili Peppers
1991: Flea e John Frusciante si divertono a jammare e, dopo aver fatto sentire quel riff a Anthony Kiedis...
Blind Willie McTell - Bob Dylan rende omaggio ad uno dei suoi idoli di gioventù
Primavera del 1983: Bob Dylan è al lavoro sul suo nuovo album, "Infidels".
Love Is A Rose - Linda Ronstadt canta una canzone d'amore scritta da Neil Young
Dopo la fine del matrimonio con l'attrice Carrie Snodgress, Neil Young scrive "Love Is A Rose", canzone d'amore che registra qualche anno dopo, ma che decide di non pubblicare...
Creque Alley - The Mamas & The Papas e il sogno che si è avverato
Nel 1967 The Mamas & The Papas compongono "Creque Alley", un pezzo autobiografico che si conclude con la significativa battuta "and California dreamin' is becoming a reality&qu
Eve Of Destruction - La denuncia di Phil Sloan in un brano portato al successo da Barry McGuire
Nella primavera del 1964 Phil Sloan sta scrivendo un nuovo brano politicamente impegnato, "Eve Of Destruction" ("La vigilia della distruzione"), che diventerà famoso nella versione
Sexual Healing - Una "cura sessuale" per Marvin Gaye
Inverno del 1981: Marvin Gaye si è ritirato in Belgio e lì scrive "Sexual Healing", brano il cui titolo sarebbe stato ispirato da David Ritz, giornalista di Rolling Stone
Say It Loud - I'm Black and I'm Proud - L'inno di James Brown per tutti i neri d'America
È l'agosto del 1968 quando James Brown scrive insieme al suo band leader Pee Wee Ellis un brano che diventa un inno per tutti i neri d’America: "Say It Loud - I'm Black and I'm Pro
Southern Cross - Un lungo viaggio in mare nell'emisfero australe per Stephen Stills
Nel 1979 le cose non vanno bene per Stephen Stills e allora, per lenire le pene fisiche e psicologiche, s’imbarca in un lungo viaggio in mare nell'emisfero australe

Pagine